Archivi categoria : legale

Il deposito cauzionale nel contratto di locazione

Il deposito cauzionale è la prestazione offerta dal conduttore ad inizio locazione principalmente a garanzia del corretto adempimento dell’obbligazione gravante sullo stesso di restituzione del bene locato nel medesimo stato in cui l’ha ricevuto ex art. 1590 c.c. Al momento della riconsegna del bene locato da parte del conduttore, qualora il locatore accerti che l’immobile…
Per saperne di più

ORIENTAMENTI DEI GIUDICI – MARZO 2020

1)Parti comuni. Il quesito. Il vano scavato nel terrapieno da un condomino ed annesso alla sua cantina è di proprietà esclusiva? La risposta della Corte. No, si tratta di un bene condominiale. L'art. 1117 c.c. infatti ricomprende fra le parti comuni del condominio "il suolo su cui sorge l'edificio". Oggetto di proprietà comune è quindi anche…
Per saperne di più

La nullità delle delibere assembleari: sentenze recenti

Le delibere assembleari in condominio sono obbligatorie per tutti i condomini, ai sensi dell’art. 1137 del Codice Civile. Le delibere in questione, tuttavia, quando sono viziate possono essere oggetto di impugnativa. Si distinguono due grandi categorie di delibere invalide: a) da un lato abbiamo quelle nulle aggredibili in ogni tempo da chiunque dimostri di averne…
Per saperne di più

Locazioni abitative: spese di tinteggiatura

A seguito della recente pubblicazione della Sentenza n. 29329/2019 della Suprema Corte di Cassazione che, in un caso posto al suo esame, ha dichiarato l’illegittimità della clausola inserita in un contratto di locazione abitativa che poneva a carico dell’inquilino l’obbligo di tinteggiare la pareti dell’immobile oggetto del contratto, alcuni miei clienti, stante anche alcuni commenti…
Per saperne di più

ORIENTAMENTI DEI GIUDICI – DICEMBRE 2019

1) Casa familiare in comodato: chi paga migliorie e ristrutturazioni? Il quesito. Nel caso di abitazione coniugale di proprietà di un terzo, assegnata ad uno dei due coniugi in sede di separazione, chi paga le migliorie e le ristrutturazioni dell’immobile? La risposta della Corte.  Il coniuge separato che occupa l’abitazione coniugale di un terzo, in…
Per saperne di più

Rumori molesti in condominio

Quando il canto del gallo ti mette nei guai   Le fonti di rumori molesti in condominio possono essere le più svariate: dai tacchi delle scarpe, alle lavatrici, ai televisori, dalle musiche a volume troppo alto fino agli schiamazzi eccessivi. Per definirsi molesti i rumori, però, devono ledere la tranquillità di più persone, avere una certa intensità e minare…
Per saperne di più

Quando l’impugnazione della delibera costa cara!

Il caso. Nel 2017 una condomina riceveva la notifica di decreto ingiuntivo per spese condominiali non pagate. Promuoveva perciò opposizione contestando il decreto poiché adduceva di non essere mai stata convocata alle assemblee di condominio nelle quali erano stati approvati i bilanci, né di esserne stata in seguito notiziata. Il Condominio invece si opponeva, chiedendo…
Per saperne di più